Lampade a risparmio energetico

A partire dallo scorso settembre 2009 è cominciata la progressiva messa al bando delle antenate lampade a incandescenza a favore delle ultime lampade a risparmio energetico. La sostituzione delle passate lampadine si verificherà a tappe, si è cominciati dalle lampadine da 100 Watt e le lampade di tipo smerigliate di qualsiasi potenza. A settembre 2010 sarà la volta delle lampade incandescenti da 75 W, a settembre 2011 di quelle da 60 W, a settembre 2012 è stata la volta delle lampade da 15, 25 e 40 Watt, per poi concludere nel 2016 con la messa al bando di tutte le lampadine di classe C. 
Per meglio rendere l’idea dei vantaggi derivanti dalle nuove lampade a risparmio energetico va menzionato che quest’ultime risultano essere prive di mercurio e garantiscono una riduzione media dei costi di illuminazione dell’80%: a parità di illuminazione, infatti, le lampadine a risparmio energetico consumano un quinto di una normale lampadina a incandescenza. Ad esempio è possibile sostituire una lampadina a incandescenza da 100 W con una a risparmio energetico da 20 W e la durata media va da 5.000 a 15.000 ore.
Ecco qualche consiglio su come scegliere la lampadina a risparmio energetico più adatta alle proprie esigenze.
Gamme di lampadine a basso consumo energetico:
Le lampadine a risparmio energetico, conseguite in tutte le forme e colori, sono adoperabili con luce molto calda (in altre parole con una temperatura di colore bassa) e con luce fredda (vale a dire con una temperatura di colore alta). Sarebbe raccomandabile prediligere lampadine da stringere allo zoccolo, i modelli tubiformi tendono ad essere infatti più leggeri e a sfasciarsi facilmente.
Dove è consigliabile collocare le lampade a risparmio energetico:
E’ opportuno sistemare le lampade a risparmio energetico in quelle aree in cui sono richieste due o più ore di illuminazione al giorno. Non è quindi idonea il montaggio delle lampadine a risparmio energetico in locali ove stazionate soltanto pochi minuti a settimana. In tali spazi si suggerisce la preferenza per  lampade alogene, le quali tuttavia non sono comprese nella classe delle lampade a risparmio energetico e necessitano di un 10% in più di corrente.
Spese di acquisto e risparmio originato dall’impiego delle lampadine a risparmio energetico:
E’ bene diffidare dalle lampade a risparmio energetico a prezzi concorrenziali, quelle economiche di fatto sono caratterizzati da una durata ed un profitto chiaramente inferiore. Delle eccellenti lampade a risparmio energetico, create da etichette “sicure”, costano normalmente attorno ai 10 euro.